Navigation

Alla ricerca del misterioso signor Wilson

Copyright 2021 The Associated Press. All Rights Reserved.

Un biologo svizzero attacca frontalmente l'OMS e gli Stati Uniti e viene così ampiamente ripreso e citato dai media cinesi. Ma c’è un ‘ma’: questo scienziato non esiste.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2021 - 19:00

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sta subendo le pressioni americane per identificare l'origine del Coronavirus in Cina - anche se non ci sono prove in tal senso - e la "tesi di laboratorio" (secondo la quale il virus è uscito dall'Istituto di Virologia di Wuhan) è criticata negli ambienti scientifici.

Questa narrazione è stata utilizzata dai politici cinesi negli ultimi mesi ed è stata diffusa dai media su tutti i canali. Anche se la "tesi di laboratorio" è effettivamente controversa, la leadership cinese è principalmente interessata a dimostrare che le dichiarazioni dell'OMS sono motivate da un interesse politico e che gli americani sono i burattinai che stanno dietro a tutta questa macchinazione.

Per fare ciò, i cinesi si fanno aiutare da un biologo svizzero. In un post su Facebook, il biologo scrive che gli Stati Uniti stanno facendo pressione sui suoi colleghi dell'OMS per falsificare i loro risultati. Il biologo svizzero - cresciuto a Berna, secondo il suo profilo Facebook - ha fonti interne all'OMS che gli assicurano che gli USA hanno una "ossessione" verso la Cina. Le sue dichiarazioni sono state riprese da molti media cinesi negli ultimi giorni e sono state anche ampiamente condivise sui social media.

Stupidamente, il presunto biologo è un account falso fatto pure male. L'Ambasciata svizzera a Pechino ha pubblicato una sua presa di posizione su Twitter il 10 agosto. In primo luogo, non c'è nessun cittadino svizzero con il nome di Wilson Edwards. In secondo luogo, non esistono pubblicazioni accademiche in biologia sotto questo nome, e da ultimo, questo account Facebook è stato creato pochi giorni fa, ha solo tre "amici" e un post, quello incriminato.

Contenuto esterno

Il tweet dell'Ambasciata elvetica è stato commentato e condiviso con un certo entusiasmo. L’aumento del traffico sul social è probabilmente una novità per un account Twitter con poco più di 1'100 seguaci e un traffico finora piuttosto modesto. Questo anche perché Twitter e Facebook sono poco utilizzati in Cina. Il mercato interno infatti è dominato dalle piattaforme cinesi. Ma evidentemente il post ha toccato un argomento sensibile.

Il fatto che il post del presunto biologo sia apparso in inglese presenta due vantaggi dal punto di vista cinese: da un lato, può essere letto da un pubblico internazionale. Inoltre, può essere presentato come prova a un pubblico nazionale, a dimostrazione che anche all'estero il presunto ruolo degli Stati Uniti dietro l'OMS è guardato in modo critico (quale persona migliore per farlo se non uno scienziato svizzero neutrale?). Una volta che sono stati seminati abbastanza dubbi, la narrazione delle autorità cinesi può essere recepita ancora meglio.

Una piccola ricerca sul nome ci regala ancora una perla. Esiste effettivamente un biologo dal nome simile, Edward O. Wilson. Non è solo reale, ma anche un luminare nella sua professione di mirmecologia, lo studio delle formiche.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.