Navigation

Perché la Svizzera è così cara?

La Svizzera è considerata la nazione più costosa al mondo. Ma lo è davvero? E come confrontare i prezzi? Lo abbiamo chiesto a una persona che dovrebbe saperlo: Hans Markus Herren, responsabile della divisione dei prezzi al consumo dell'Ufficio federale di statistica.

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 agosto 2021 - 16:18
Eva Hirschi

SWI swissinfo.ch: Hans Markus Herren, in Svizzera è davvero tutto più caro che all'estero?

Hans Markus Herren: Decisamente no. Se si confronta il livello dei prezzi con altri Paesi europei, siamo la nazione più costosa in Europa. Ma questo non significa che tutto sia più caro nella stessa misura.

In quali settori troviamo le differenze maggiori?

Nei tipici settori orientati ai servizi come istruzione, affitti o assistenza sanitaria. Ma anche i beni come la carne sono molto più costosi che in altri Paesi. Per ciò che riguarda le abitazioni, siamo due volte più cari della media europea. Per le automobili, la benzina e i prodotti per fumatori, la differenza è minore. Per i software, siamo solo il 9% più cari.

Ci sono aree in cui la Svizzera è a buon mercato?

I dispositivi elettronici – televisioni, radio, computer – sono relativamente poco cari in Svizzera, leggermente al di sotto della media europea.  

Perché queste differenze?

Nel caso della carne, ci sono i dazi di importazione; si può importare carne dall'estero solo in misura limitata. Questo ha una chiara componente politica. I servizi, invece, sono più cari perché in Svizzera i salari sono più alti.

Contenuto esterno

Cosa va tenuto in considerazione quando si viaggia in un Paese presumibilmente meno caro o addirittura si emigra?

Naturalmente, il livello dei prezzi può essere interessante. Per esempio, è effettivamente più basso negli Stati uniti, tipico Paese d'emigrazione, che in Svizzera. Ma il viaggio e specialmente l'emigrazione potrebbero non avere nulla a che fare con il livello dei prezzi. La prima domanda che bisogna porsi è quella della lingua e del modo in cui ci si farà capire nel nuovo ambiente. Anche la cultura è importante. Allo stesso tempo, coloro che vogliono lavorare all'estero devono essere preparati al fatto che i salari saranno più bassi. Anche la qualità dei beni e la varietà di scelta possono avere un ruolo.

Il paragone più noto è il cosiddetto Big Mac Index, che confronta quando costa un hamburger di McDonald's in ogni Paese.

Il Big Mac Index attira l'attenzione sulle differenze di prezzo ed è anche interessante perché mostra che un hamburger può essere un lusso in un Paese mentre è considerato un semplice bene di consumo in un altro. Ma si tratta du una semplificazione grossolana che non tiene conto del potere d'acquisto. Inoltre, viviamo in un'economia moderna ed è essenziale confrontare diversi prodotti per comprenderla.

"In Svizzera, è difficile trovare alcune specialità di pesce e frutti di mare, sono prodotti il cui consumo non corrisponde alle nostre abitudini". Keystone / Ivan Tortorella

Come vengono confrontati i prezzi a livello internazionale?

La Svizzera fa parte del programma di confronto di Eurostat e dell'OCSE al quale partecipano 38 Paesi. L'Ufficio federale di statistica raccoglie i dati sul prezzo dei beni strumentali e di consumo ottenendo così le informazioni di base per la Svizzera. In seguito, l'Ufficio statistico dell'UE coordina le indagini sui prezzi, esegue i calcoli e pubblica i risultati. Ad esempio, confronta il prodotto interno lordo pro capite con il potere d'acquisto nei paesi partecipanti. L'adeguamento con il potere d'acquisto è molto importante: non ci si può limitare a paragonare il costo di un paio di jeans. Va tenuto conto di quante paia di jeans ci si può permettere in un determinato Paese. Anche il tasso di cambio è spesso sottovalutato. Quanta valuta estera ottengo per i miei franchi svizzeri in un dato momento?

Quali sono i prodotti esaminati nel confronto internazionale dei prezzi?

È esplicitamente definito quali prodotti vanno confrontati. Per esempio, ci sono chiari criteri per i pantaloni di jeans. Ma può essere difficile trovare questo determinato paio di pantaloni ovunque. Inoltre, i jeans potrebbero essere un tipico prodotto di consumo per le donne in Belgio, ma vengono acquistati raramente in Grecia. Per questo motivo, va sempre indicato se il prodotto rappresenta il consumo tipico di un Paese oppure no. I beni tipici hanno un peso maggiore nelle statistiche rispetto ai prodotti di nicchia. In Svizzera, ad esempio, è difficile trovare alcune specialità di pesce e di frutti di mare. Sono prodotti il cui consumo non corrisponde alle nostre abitudini.

E i confronti con Paesi non europei?

Anche in altri continenti esistono programmi regionali di confronto. Questi vengono messi in relazione l'uno con l'altro a livello globale dalla Banca Mondiale. Tuttavia, questo avviene ogni sei anni, perché si tratta di un procedimento lungo e complesso. Non si tratta solo di trovare i prodotti giusti per il confronto, ma anche di verificare se svolgono una funzione simile. In Mali, avrete difficoltà a trovare un paio di jeans. È un prodotto fatto per l'1% della popolazione, la classe più agiata, e non è indossato da nessun altro. Ci sono anche altri problemi per i confronti a livello globale. Per esempio, non tutti i Paesi vogliono partecipare o si trovano in una situazione di crisi, come la Siria o il Libano.

Come si piazza la Svizzera a livello globale?

Già nel 2005 la Svizzera era tra i Paesi più cari al mondo. In quell'anno il livello dei prezzi della Confederazione era del 74% più altro della media mondiale. Nel successivo sondaggio del 2011, la Svizzera era addirittura in cima, con un livello di prezzi più elevato del doppio rispetto alla media globale.

Nel confronto effettuato nel 2017, il Paese più costoso non era più la Svizzera, ma le Bermuda. Tuttavia, questo dipende fortemente dal tasso di cambio e le cose potrebbero evolvere velocemente. Se il franco si rafforza, la Svizzera diventa più cara e il livello dei prezzi aumenta. È comunque interessante notare che nel corso degli anni la parità di potere d'acquisto (PPA) sta lentamente, ma costantemente, diminuendo e i prezzi svizzeri si stanno avvicinando a quelli europei.  

Questo ha probabilmente a che fare con la concorrenza e con le merci importate, che tendono a essere più a buon mercato in Svizzera rispetto all'Europa.


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo italian@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.